Unica Pianosa

Il mare com’era, com’è, come vogliamo che sia.

Riaperti ai subacquei esperti, nel 2013, e dopo più di un secolo di chiusura integrale, i fondali dell’isola di Pianosa, oggi regalano esperienze uniche agli amanti del grande blu.

Sei punti d’immersione, con boe d’ormeggio lungo costa che s’affaccia sull’Elba, contrassegnano esclusive discese in un mare integro che sa emozionare ad ogni tuffo.

Regna il silenzio, fino a un miglio dalla costa, perchè il transito di imbarcazioni è limitato. Accompagna il silenzio sotto la superficie, verso la vastità di praterie di Posidonia Oceanica e la concentrazione di pesce che vive indisturbato.

Vivo e attivo, spontaneo caccia nelle tane delle rocce sommerse e abita libero le strutture naturali.

Branchi di giovani barracuda che “danzano” in cerchio; tonni in caccia e muri di velocissime ricciole; uno sguardo nel blu ed è facile scorgere l’elegante passaggio di aquile di mare.

Una meraviglia che incanta e sorprende quando un enorme esemplare di cernia bruna si avvicina al subacqueo in cerca di un’attenzione spontanea e affettuosa.

Non è il cibo, bensì il rispetto a cullare e nutrire questa relazione unica, in anni di Area Marina Protetta.

CONTATTI
Sottolonda diving center